Firenze, Lunedì 10 Dicembre 2018
Viola Planet
ChatViola
Username
Password
Registrati | Entra in Chat
ViolaPlanet.com

Oct 1, 2009 ore 11:17:37
Jo Jo come Baggio, il parere degli esperti
di Raffaella Bon
I suoi numeri sono addirittura superiori. I colpi, le movenze e la capacità di essere decisivo permettono il paragone. E poi i capelli, riccioli e neri co me li portava "Lui", anche se più disordinati.
 
Jovetic come Baggio, Jo-Jo come Baggino: fa effetto scriverlo, ma non è più un’eresia. Mettiamo a confronto i primi due anni in viola. Stagione ’86/’87 (il Divin Codino era già arrivato a Firenze nell'85, ma si infortunò subito): il Divin Codino a 20 anni esordisce in serie A e colleziona 5 presenze e 1 gol (a Napoli su punizione davanti a Maradona). Stagione ’08/’09: Jo-Jo (19enne) arriva a Firenze, gioca 35 partite e segna 2 gol. Campionato ’87/’88: Baggio diventa titolare e mette insieme 27 presenze con 7 gol. Stagione in corso: da agosto ad oggi Jovetic ha giocato 10 partite e segnato già 6 reti.
 
Questi sono i dati, poi ci sono il campo, i gol, le giocate, la classe, la fantasia, i dribbling che mettono a terra gli avversari e, naturalmente, le potenzialità. Quelle che hanno fatto di Baggio un campione forse inimitabile e che per ora si intravedono in Jo-Jo, che davanti ha ancora tutta una carriera per dimostrarle. Per questo tecnici ed ex compagni del Divin Codino, pur notando analogie ed elogiando il montegrino dopo una partita (ed un inizio di stagione) definita all’unisono "perfetta", buttano acqua sul fuoco. Un po' per "correttezza storica" e un po’ per il bene del montenegrino.
 
Giancarlo Antognoni non si stupisce del paragone: "È vero, anche a me Jovetic ricorda un po’ Baggio. Certo Roberto è stato un giocatore eccezionale, direi unico. Però quando si fanno due gol al Liverpool e in quella maniera, anche certi pa ragoni diventano leciti. Adesso speriamo che possa continuare così e che trovi sempre più spazio per giocare".
 
Più cauto Cesare Maldini, ex ct della Nazionale: "Stiamo calmi su Baggio, molto calmi. E poi ogni giocatore ha le sue caratteristiche e i paragoni sono sempre difficili. Comunque mi piace molto come sta giocando Jovetic". Mantiene invece la calma Aldo Agroppi: "Siamo sulla buona strada, Jovetic è molto migliorato. Però, calma l’accostamento tra Jovetic e Baggio è da querela (ride, ndr). Non montiamo questo ragazzo se non vogliamo anestetizzarlo".
 
Beppe Signori con Baggio ha diviso l’avventura ai Mondiali Usa: "Jovetic sta facendo benissimo, ma deve mantenere i piedi a terra. Però non tiriamo in mezzo Roberto. È uno che ha fatto oltre 200 gol in carriera".
 
Sandro Mazzola è rimasto impressionato soprattutto dalla Fiorentina: "Una prestazione eccezionale che ha fatto bene al nostro calcio. Jovetic secondo me è un "campioncino", ha tutte le qualità per emergere a grandissimi livelli. Baggio giocava più dietro, il paragone giusto è con Zola".
 
Nomi importanti, accostamen ti che possono far perdere la testa. Il primo a mantenere i piedi per terra è lo stesso Jovetic: "Io come Baggio? Magari riuscissi a diventare così", ha detto dopo aver segnato i due gol più importanti della sua giova nissima carriera. A sognare ci pensa Firenze: Jo-Jo come Baggino? Perché no, magari sperando in un finale diverso. 
Corriere Fiorentino


Tutte le altre News

 06/10/12 - Il programma di oggi

Indietro Avanti
Fattoria di Rimezzano

Cerca Esclusive



 


Testata Giornalistica  ---  Autorizzazione Tribunale n° 5551 del 29 Gennaio 2007
Direttore Responsabile: Andrea Ganugi